domenica 28 luglio 2013

La Pietra Nera


Incastonata nell’angolo orientale della Ka 'ba, l’antica costruzione  di pietra, verso la quale i musulmani pregano, nel centro della Grande Moschea a La Mecca, c'è la Pietra Nera  ( Al-hajar Al –aswad), uno degli oggetti più sacri dell’Islam. Essa è costituita  da tre grandi pezzi e da alcuni frammenti  tenuti insieme da una cornice rotonda d’argento. Il culto di questo misterioso oggetto, che secondo gli studiosi occidentali è un meteorite, risale all’epoca preislamica, ma secondo una leggenda islamica altro non è che la pietra che fu data ad Adamo dopo la sua cacciata dal paradiso terrestre, come segno del perdurare della benedizione divina su di lui. Secondo un’altra leggenda, la pietra era in origine bianca e quando passò nelle mani del patriarca Abramo era di una bianchezza così abbagliante da essere visibile da ogni luogo della terra. La pietra sacra sarebbe diventata nera solo dopo , nel corso dei secoli, a causa dell’assorbimento dei peccati di tutti i fedeli che da allora l’hanno toccata e baciata, liberandosi così dalle conseguenze delle loro colpe.
Durante il pellegrinaggio che ha luogo ogni anno, tra l'ottavo ed il tredicesimo giorno del Dhul Hijjah, il 12esimo mese del calendario lunare musulmano,  i fedeli compiono il "tawaf" la circumambulazione, per sette volte ed in senso anti-orario, della Ka'aba, simbolo dell'unicita' di Dio e possono toccare o baciare la Pietra Nera.

Condividi l' articolo su Facebook

Nessun commento: