domenica 15 gennaio 2017

Tinariwen



C'è un gruppo musicale che negli ultimi anni si è fatto portavoce dei disagi del popolo Tuareg e di tutta l'Africa settentrionale, attraverso sonorità che uniscono le tradizioni di quelle terre a quelle del rock blues occidentale, proponendo una musica che ha avuto apprezzamenti di tantissimi grandi musicisti, U2, Rolling Stones, Red Hot Chili Peppers, Santana, Thom Yorke, Peter Grabiel, Damon Albarn, ed altri ancora. Questo gruppo, proveniente da Tessalit, regione desertica del nord est del Mali, si chiama Tinariwen, che nella loro lingua significa appunto “deserti". Prende forma all’ inizio degli anni ’80 nei campi profughi militarizzati allestiti in Algeria da Gheddafi, dove la loro opposizione militante al governo centrale dello stato africano li ha spinti a cercare rifugio. Il fondatore del gruppo, Ibrahin Ag Alhabib, rimasto orfano di padre,  ribelle tuareg, ed esule in Algeria, inizia ad appassionarsi a vari tipi di musica: tipiche melodie tradizionali dei tuareg, blues, raï (che ascoltava nelle taverne algerine), il chaabi marocchino e anche il rock e il pop occidentale e cerca di riprodurre questi tipi di musica con una chitarra costruita da lui stesso con un un barattolo, un bastone e i fili dei freni di una bicicletta. Costretto all’esilio, come molti suoi coetanei, lui stesso con altri membri della formazione originale prendono parte ad alcuni episodi di guerriglia e diventano la voce ufficiale dell’MPA, il movimento rivoluzionario del Mali che ne finanzia le attività pagando loro l’acquisto di strumenti e l’affitto di sale prova: le prime cassette autoprodotte hanno circolazione esclusivamente locale ma conquistano l’attenzione dei giovani maliani grazie alla forza del messaggio libertario e alla modernità dei suoni che abbinano chitarre elettriche e ritmiche incisive alla tradizione dei cantastorie e agli insegnamenti di maestri come il connazionale Ali Farka Toure. Del 1996 è la decisione di dedicarsi alla musica a tempo pieno e nel 1998 i Tinariwen si incontrano con la band francese Lo’Jo, che li fa conoscere al mondo intero.   Assieme organizzano la prima edizione del Festival Au Desert, a nord di Timbuctu, cui negli anni parteciperà gente come Robert Plant dei Led Zeppelin e Damon Albarn dei Blur. Tra il 2001 e il 2014 pubblicano sei dischi e il quinto, Tassili, vince addirittura un Grammy. Sono la prima band del Nord Africa a vincere questo premio. La loro musica è conosciuta come tishoumaren, musica del ishumar (disoccupato). Di solito eseguita da gruppi di 30 e più strumentisti e cantanti, tishoumaren riconosce la musica contemporanea occidentale, in particolare rock, così come altre forme di musica prevalenti in Medio Oriente, senza mai perdere il contatto con la forma antica originale. La formazione della band cambia spesso a seconda delle escursioni, ma tutti sono musicisti tuareg. Alcuni degli album sono stati registrati all'aperto, nel bel mezzo del deserto del Sahara.I musicisti americani fanno la fila per andare nel deserto del Mali a registrare con loro, sulla sabbia e con la legna che arde nel falò.

http://granellidisabbia-najim.blogspot.it/p/video.html

Condividi l' articolo su Facebook

Nessun commento: